Barchette di indivia con hummus di ceci e cumino

Le barchette di indivia con hummus di ceci e cumino sono un antipasto facile e veloce da preparare e adatto ad ogni occasione: può soddisfare anche gli ospiti che seguono una dieta vegana o vegetariana, oppure che vogliono semplicemente stare leggeri.

Sono ideali come introduzione a una bella cena sostanziosa oppure come spuntino sano e veloce. L’hummus non è un alimento tipico dei Paesi dell’Occidente, ma in Oriente ne fanno grande uso ed è spesso insaporito con del cumino.

Tuttavia, se non vi piace il cumino, potete utilizzare altre spezie, come il prezzemolo fresco o altre erbe aromatiche a vostra scelta. Qui sotto è disponibile il nostro video con la ricetta completa: seguiteci nel nostro canale YouTube per essere sempre aggiornati sulle ultime ricette!

Come preparare le barchette di indivia

Andiamo quindi a vedere come realizzare queste deliziose barchette di indivia vegane e salutari. Partiamo dalla lista degli ingredienti per 4 persone:

  • qualche foglia di indivia (dipende da quante barchette si vogliono fare e quanto hummus ci si vuole mettere)
  • 250g di ceci in scatola (una lattina sgocciolata)
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 limone
  • olio d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • cumino o altre spezie

Per cominciare, sciacquare per bene le foglie di indivia e mettetele ad asciugare su un panno da cucina pulito.

Poi, togliere i ceci dalla loro acqua e scolarli in un passino. Versarli in una ciotolina e aggiungere il succo di limone, l’aglio a piacere ben tritato, il sale e anche il pepe se lo desiderate (io l’ho messo perché mi piace!).

Dopodiché frullare con un frullatore a immersione oppure in un mixer, aggiungendo l’olio a filo. Se necessario, aggiungere un po’ d’acqua.

Ora, farcire le foglie di indivia con una quantità a scelta di hummus (dipende da quante barchette si vuole ottenere). Aromatizzare con cumino o prezzemolo o altre spezie e lasciar raffreddare in frigorifero.

Le barchette vanno servite fredde!

Curiosità

Sapevate che “hummus” deriva dall’arabo e significa appunto “ceci”.

Non si conosce bene l’origine dell’hummus, tuttavia si sa per certo che ha avuto origine nei Paesi del Medio Oriente.

Pensate che si sono davvero generate vere e proprie faide tra Israele e Libano: il Libano ha infatti citato in giudizio Israele per violazione del copyright e ha chiesto all’UE una petizione per riconoscere l’hummus come alimento libanese.

Non si è ancora risolta questa storia.

L’hummus per quanto riguarda i nutrienti, è ricco di proteine, potassio, ferro, magnesio, acido folico, manganese, vitamina B-6 e fibre.

About the author

DaSilvia

View all posts