10 attività eco-friendly che dovresti provare in estate

L’estate è il momento migliore per provare nuove esperienze: ci sono le vacanze e il bel tempo e non abbiamo più scuse da tirare in ballo per supportare la nostra pigrizia! In questo articolo, 10 attività eco-friendly che dovresti provare in estate.

L’estate porta con sé tantissimi frutti della terra e ci dà la possibilità di sperimentare cose nuove approfittando della bella stagione, come ad esempio visitare una fattoria o coltivare le proprie piante preferite, comprese frutta e verdura, aiutando l’ambiente attraverso una produzione propria e non nociva per l’ecosistema, seppur ristretta.

Alcune delle attività che vedremo in seguito, perfette per godersi appieno le fantastiche giornate di sole dei prossimi mesi:

  • acquistare dai mercati contadini
  • preparare ghiaccioli home-made
  • andare in bici
  • organizzare un picnic

Le 10 attività eco-friendly da provare durante l’estate

Se sei a corto di idee su come impegnare le tue giornate o dove portare i tuoi figli più piccoli, ecco qui alcune idee che possono sicuramente fare al caso tuo aiutandoti a goderti l’estate e le vacanze lontane da scuola e/o lavoro, senza impigrirti!

Sono molto semplici e alla portata di tutti, senza dispendio di denaro in più e totalmente eco-friendly per un mondo più naturale che possiamo coltivare nel nostro piccolo.

Acquista da mercati contadini prodotti di stagione

L’estate è nota per essere una stagione ricca di frutta e verdura, ma lo sapevi che scegliere di mangiare frutta e verdura di stagione delle fattorie locali non giova soltanto a te, ma anche alla natura e all’ecosistema?

Acquistando prodotti dai mercati contadini vicino a te a Km0 riduci l’impronta di carbonio dei trasporti utilizzati per trasportare frutta e verdura fino a te, regalando al tuo corpo cibo sicuramente più fresco e salutare.

I prodotti fuori stagione vengono spesso raccolti prima per tenere conto dei tempi di spedizione, che possono influire sul sapore e possibilmente sul profilo nutritivo di quell’alimento.

Ma perché è così importante mangiare frutti di stagione?

Il cibo di stagione è più fresco, gustoso e nutriente di quello consumato fuori stagione.

Anche se a tutti noi piace mangiare fragole tutto l’anno, il momento migliore per mangiarle è quando possono essere acquistate direttamente da un coltivatore locale poco dopo il raccolto.

La frutta e la verdura di stagione prodotte nelle aziende agricole locali sono spesso più fresche, in quanto non richiedono lunghe distanze per il trasporto e di conseguenza non devono essere raccolte prima ancora di essere mature.

Inoltre, a differenza dei prodotti fuori stagione che vengono raccolti in anticipo per essere spediti e distribuiti al tuo negozio al dettaglio locale, i frutti della terra raccolti al culmine della maturazione sono anche più gustosi e pieni di sapore.

Inoltre, gli studi hanno dimostrato che frutta e verdura contengono più sostanze nutritive quando vengono lasciate maturare naturalmente sulla loro pianta madre.

Perché è importante mangiare cibo locale?

L’acquisto di alimenti coltivati localmente aiuta a sostenere le fattorie locali e mantiene i terreni agricoli e gli spazi aperti nel luogo in cui vivi.

Il cibo locale sostiene l’economia locale. Il denaro speso per i prodotti degli agricoltori e dei coltivatori locali rimane a loro e può essere investito in tecnologie migliori.

Inoltre, il cibo coltivato localmente, lavorato localmente e distribuito localmente (ad esempio, ai ristoranti locali) genera posti di lavoro e di conseguenza aiuta a stimolare le economie locali.

I coltivatori locali possono dirti come è stato coltivato il cibo. Quando acquisti direttamente dagli agricoltori, hai l’opportunità di chiedere quali pratiche usano per allevare e raccogliere i raccolti.

Quando sai da dove viene il tuo cibo e chi lo ha coltivato, sai molto di più sul tuo cibo.

Prepara i ghiaccioli fatti in casa

Che tu sia solo, con amici o con dei figli, preparare ghiaccioli sarà davvero un’attività divertente che coinvolgerà tutti quanti, grandi e piccoli.

L’uso del silicone è ottimo per un paio di motivi: è più sicuro della plastica e aiuta anche a ridurre la quantità di plastica che stiamo immettendo nell’ambiente.

Preparando i ghiaccioli tu stesso, sei in grado di controllare la quantità di zucchero della ricetta e quindi sarà sicuramente più salutare di un ghiacciolo comprato in negozio.

Inoltre si eviteranno conservanti e altri additivi poco sani.

Ghiaccioli all’anguria e kiwi

  • circa 3 1/2 tazze di anguria senza semi
  • 4 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di succo di limone fresco
  • 1/2 tazza di latte di cocco in scatola
  • circa 6 kiwi medi
  • 1 cucchiaio di mini gocce di cioccolato

Aggiungere l’anguria, 2 cucchiai di zucchero semolato e il succo di limone in un frullatore fino a ottenere una purea. Scremare la schiuma quindi versarla con cura in 10 stampini per ghiaccioli per 2/3.

Cospargere le gocce di cioccolato sulla superficie, quindi con un bastoncino per ghiaccioli spingere delicatamente verso il basso per immergere le gocce (spingere verso i lati in modo da poterle vedere una volta che si sono congelate).

Pulisci i lati se necessario. Coprire con il coperchio e inserire i bastoncini dei ghiaccioli. Congelare per 3 ore.
Durante gli ultimi 30 minuti di congelamento dei ghiaccioli, sbatti insieme il latte di cocco con 1 1/2 cucchiaio di zucchero fino a quando lo zucchero si è sciolto, fai raffreddare 30 minuti.

Rimuovere i ghiaccioli dal congelatore, rimuovere il coperchio e versare con cura un cucchiaio scarso di latte di cocco in uno strato uniforme sopra lo strato di anguria (di nuovo, è meglio versarlo lungo il bordo esterno e poi pulire).

Rimettere in freezer, scoperti, e aspettare 45 minuti. Nel frattempo, sbuccia il kiwi e trasferiscilo nel frullatore insieme a 2 cucchiai di zucchero semolato.

Frullare fino a quando non sarà una purea. Forza la miscela attraverso un colino a maglia fine in una ciotola usando una spatola di gomma per rimuovere i semi. Raffreddare la miscela di kiwi 30 minuti.

Rimuovere i ghiaccioli dal congelatore e versare con cura circa 1 cucchiaio di composto di kiwi sullo strato di cocco. Rimettere in congelatore e raffreddare fino a quando i ghiaccioli non sono solidi circa 2 – 3 ore.

Per rimuovere i ghiaccioli dagli stampi, girare il vassoio da un lato e far scorrere gli stampini di plastica sotto l’acqua calda per diversi secondi (non lasciare che l’acqua tocchi la parte superiore del kiwi), quindi estrarre lentamente dagli stampi.

Per altre ricette di ghiaccioli vedi qui.

Foto di CookingClassy™

Andare in bici

Da piccoli si va spesso in bicicletta, ma con l’età adulta ci si dimentica di questa attività sempre divertente e liberatoria.

Andare in bici significa diminuire le emissioni nocive per l’ambiente, che produciamo noi stessi ogni volta che utilizziamo l’auto per spostarci.

È quindi davvero importante per la nostra salute e quella dell’ambiente muoverci un po’ di più con le due ruote, soprattutto durante l’estate.

La bellezza della natura in questi mesi è al top e ci sono spettacolari paesaggi da apprezzare, cosa che in auto non si può fare perché si deve essere concentrati sulla guida.

La bicicletta è un toccasana anche per il cuore, per la circolazione, per il movimento di tutto il copro e per ossigenare la mente!

Organizzare un picnic

Goditi ogni minuto di luce solare andando fuori a cena o a colazione (escluderei il pranzo per evitare insolazioni!).

Assicurati che il tuo cestino da picnic sia rifornito con prodotti home-made o comunque che rispettino l’ambiente, evitando la plastica ad esempio.

L’ideale sarebbe portare con sé un cestino in vimini che ricorda i picnic delle favole dei bambini. Un picnic idilliaco insomma, con tutte le comodità, ma anche eco friendly.

Che cosa ricordarsi di portare per un picnic comodo e organizzato:

  • un plaid su cui sedersi, oppure se siete appassionati di escursionismo sicuramente avrete una coperta apposta per mangiare sull’erba con fondo impermeabile
  • borsa frigo, essenziale in queste giornate estive caldissime, per evitare che i cibi si deteriorino durante il tragitto
  • all’interno della borsa frigo ricordarsi di utilizzare soltanto contenitori riutilizzabili, come ciotole in vetro o silicone
  • carta da cucina o tovaglioli per potersi pulire
  • un sacchetto per i rifiuti, magari di quelli biodegradabili riciclati dalla spesa
  • piatti e bicchieri di carta o plastica riutilizzabile
  • un coltellino multiuso

Rilassarsi su un’amaca

Io AMO l’amaca. È super rilassante e permette di stare vicino agli alberi, che si sa che sono una fonte di energia per l’uomo che ci dorme accanto.

Se avete la possibilità di acquistare un’amaca, fatelo! Ne sarete estremamente felici. Infatti sull’amaca è possibile riposare con l’ombra di un albero, dopo pranzo, oppure leggere un bel libro con il sottofondo degli uccellini che cantano o le cicale.

I benefici di un riposo sull’amaca superano quelli di un riposo sul letto, seppur comodo. Infatti, l’amaca simula il dondolio della culla dei neonati.

Quest’ultimo riporta alla mente il ricordo inconscio del grembo materno. Il segreto per rilassarsi nel migliore dei modi su un’amaca, è quello di effettuare un dondolio lento e ritmato.

Il miglior ritmo è quello che vede il passaggio da un lato all’altro dell’amaca ogni 4 secondi.

Trascorri l’intera giornata all’aperto

Stare all’aria aperta è quanto di più ecologico possibile, poiché richiede solo noi stessi e il nostro senso di avventura.

Che tu vada in spiaggia, al lago o in montagna, prendi la tua famiglia e fai i bagagli per un’altra bella e lunga giornata all’aperto prima che il sole inizi a scendere.

Sì, è vero, fa caldo. Ci sono tuttavia molti modi per godersi il caldo senza però doverselo subire soffrendo.

Andando in spiaggia ad esempio: organizzate una gita al mare o al lago con i vostri amici e munitevi di ombrellone e bibite fresche per tenervi idratati.

Anche un’uscita in montagna potrebbe fare al caso vostro. I paesaggi dell’alta quota sono sempre i migliori a mio parere. Basta ricordarsi di mettere la crema solare perché i raggi del sole sono più tosti in montagna.

Incorniciare delle foto ricordo o creare un book

Rivedere le vecchie foto di bei ricordi di vacanze o compagnie è sempre una bella attività, no?

Col tempo libero potrete selezionare le foto che più amate e stamparle da voi oppure farle stampare in una cartoleria o stamperia.

Si possono creare dei book con foto stampate direttamente sulle pagine, oppure comprare un album di carta e appiccicarci le proprie foto preferite.

Ricordatevi di scrivere luogo e data sopra o sotto le foto così quando le riguarderete anche da anziani, vi ricorderete più particolari e sarete di nuovo felici come la prima volta che le avete scattate!

Donate unused seasonal items

Dona vestiti e oggetti inutilizzati: fai un cambio stagione consapevole e crea spazio fisico e mentale all’interno dei tuoi armadi.

Cerca di non sostituire gli articoli con nuovi, opta per l’usato e fai scelte consapevoli per ridurre al minimo l’accumulo di beni materiali.

Ecco un articolo che potrebbe interessarvi sulla sostenibilità riguardante il mondo del fashion.

About the author

DaSilvia

View all posts