Come andare in vacanza in modo ecosostenibile

Ora più che mai, le persone devono iniziare ad agire per ridurre la propria impronta di carbonio ed essere più rispettose dell’ambiente. Il cambiamento avverrà quando tutti apporteranno cambiamenti anche se sono solo piccole azioni e questo vale sia per gli individui che per le imprese, sia nella quotidianità che in vacanza.

In questo periodo di vacanze, si può quindi pensare a come diminuire il proprio impatto ambientale anche mentre si è in ferie, riducendo le emissioni di gas nocivi per l’ambiente, per esempio diminuendo i viaggi con auto, aerei eccetera e preferendo, se proprio, mezzi pubblici.

In tempi moderni è importante cercare di limitare l’impatto ambientale di ognuno di noi per salvaguardare il pianeta ed assicurare a tutti gli esseri viventi un posto in cui vivere in serenità.

I voli in aereo

Volare è un ottimo modo per vedere il mondo, ma non è particolarmente ecologico.

È per questo motivo che è una buona idea esaminare forme di trasporto alternative o scegliere voli con tassi di occupazione più elevati e velivoli efficienti.

Inoltre, può sembrare una cosa inutile, ma anche mantenere i bagagli leggeri e riducendo il peso del volo(che ridurrà le emissioni di carbonio) può fare la differenza.

È comprensibile che volare sia l’opzione migliore nella maggior parte dei casi, ma cerca di prenotare voli non-stop, se possibile, poiché sono i decolli e gli atterraggi che creano la maggior parte delle emissioni di carbonio.

Come preparare la valigia per la vostra vacanza in modo da ottimizzare gli spazi

Uno dei consigli più semplici ma spesso trascurati è quello di mettere gli oggetti più pesanti in fondo alla valigia, ovvero l’estremità corta dove sono le ruote: è più facile far rotolare una borsa attraverso i lunghi corridoi dell’aeroporto quando il peso è laggiù.

Gli assistenti di volo mettono lì scarpe e articoli da toeletta, e fa una differenza sorprendente durante il transito in aeroporto.

Un altro consiglio molto valido è di arrotolare i vestiti in modo che occupino meno spazio possibile e se ne possano aggiungere di più e di più utili come intimo e magliette.

Le ciabatte ad infradito bisogna sempre ricordarle: occupano pochissimo spazio e sono molto utili dopo la doccia o per andare in spiaggia.

Per quanto riguarda il beauty-case invece: di solito shampoo e balsamo si possono trovare nelle stanze dell’hotel facilmente quindi si può evitare di portarli con sé dal momento che occupano un sacco di spazio.

Anche l’asciugacapelli c’è sempre, quindi evitando di portarlo si potrà acquisire spazio per qualcos’altro.

Non esagerare con i cosmetici: portate solo i trucchi necessari e un profumo di piccole dimensioni così che non ci siano spiacevoli inconvenienti in aeroporto.

Anche gli oggetti elettronici possono essere superflui in vacanza: davvero siete sicuri che il laptop vi servirà? Ci sono un sacco di cose da visitare quando si viaggia, quindi perché rimanere in camera a guardare Netflix?

Se viaggiate con due bagagli a mano, meglio optare per una borsa a tracolla oppure uno zaino in cui metterete anche una piccola borsa da sera (per le donne).

Mano di uomo in un aeroporto che tiene in mano un borsone, il passaporto e il biglietto aereo per andare in vacanza.

Limitare le distanze

Penso che tutti possano capire che limitare la distanza percorsa limiterà il numero di emissioni prodotte. Più vicino a casa può significare molte cose.

In Italia siamo piuttosto fortunati ad avere luoghi bellissimi da visitare in ogni regione. Certo, ci sono molte ragioni per viaggiare più lontano, ma è qualcosa da tenere a mente quando si sceglie la propria destinazione.

Si dà spesso troppo per scontato il Belpaese, che può offrire davvero una vastità immensa di luoghi da esplorare, anche a piedi tra i sentieri del Nord o tra le spiagge del Sud.

Ove possibile, provate a camminare o andare in bicicletta per raggiungere la vostra destinazione poiché si tratta di un mezzo di trasporto ecologico.

Non solo questo, ma vi aiuterà anche a risparmiare denaro durante il viaggio ed è il modo migliore per esplorare un nuovo posto.

Usare i mezzi pubblici in vacanza

Il trasporto pubblico è un ottimo modo per ridurre le emissioni di CO2 e viaggiare in modo più sostenibile. Oltre a camminare o andare in bicicletta, che non funzionerebbe molto bene per la maggior parte delle persone che vanno in vacanza, è il modo più ecologico di viaggiare.

Ci sono molti posti, anche in giro per l’Europa, che si possono raggiungere in treno. Con Interrail ad esempio, si possono visitare tantissimi Paesi d’Europa con un unico biglietto.

Si può viaggiare in Francia, Belgio, Paesi Bassi o Germania. Anche i prezzi non sono male. Un’altra opzione potrebbe essere un viaggio in pullman. Può essere un’ottima opzione a basso costo che è anche migliore per il pianeta. FlixBus offre viaggi notturni verso molte città europee.

Se non riuscite a convincervi a usare i mezzi pubblici o state andando in un posto un po’ più remoto, allora perché non fare un viaggio su strada? I viaggi su strada possono essere una vacanza in sé. Se puoi noleggiare un’auto elettrica o ibrida, è ancora meglio. Basta verificare con l’agenzia di noleggio se si prevede di lasciare il paese di origine.

Se si ha davvero bisogno di volare, meglio scegliere voli non-stop. Sono il decollo e l’atterraggio che emettono la maggior parte delle emissioni, quindi anche ridurli aiuterà. Alcune compagnie aeree offrono voli più ecosostenibili, quindi cerca di cercare queste opzioni ove possibile.

Scegliere l’alloggio

In termini di alloggio, prenotare in un villaggio è una buona idea in quanto ciò vi consentirà di controllare il consumo di energia, il riciclaggio, e allo stesso tempo di pianificare pasti e bevande di provenienza locale. Gli hotel, d’altra parte, possono essere piuttosto dispendiosi.

È anche il modo più bello per trascorrere una vacanza in quanto puoi cucinare i tuoi pasti, goderti la privacy e avere una buona base per rilassarti dopo l’esplorazione. Le vacanze in villaggio in Italia sono un’idea particolarmente buona in quanto questa è una parte molto bella del mondo con un’enorme quantità di cose da vedere e da fare con una combinazione di bellezze naturali e affascinanti borghi.

Quando siete in villaggio, cercate di limitare la quantità di elettricità consumata, spegnete le luci quando siete fuori e riciclate i rifiuti: tutto questo fa una grande differenza. Dovreste anche cucinare molti pasti a casa, oltre a mangiare ciò che è di stagione.

Mangiare in vacanza

Quando si tratta di cibo, provate ad acquistare da negozi e ristoranti di provenienza locale e cercate di sostenere l’economia locale il più possibile. Oltre ad essere più rispettoso dell’ambiente, questo è anche un modo efficace per vivere un’esperienza più autentica.

Inoltre, quando fate la spesa, assicuratevi di usare un sacchetto riutilizzabile anziché uno di plastica.

Se state mangiando in un ristorante, optate per uno che utilizza prodotti locali. Mangiare meno carne mentre si è via è anche un ottimo modo per trascorrere una vacanza più ecologica.

Essere previdenti e preparati

Portate la vostra bottiglia d’acqua, borsa, posate, ecc.

Penso che la maggior parte delle persone sia abituata ad avere una borsa in più per lo shopping, quindi puoi anche inserire delle posate riutilizzabili e una bottiglia d’acqua.

Risparmia l’acquisto di bottiglie d’acqua di plastica e l’utilizzo di posate usa e getta. Ci sono spesso molti posti dove riempire le bottiglie d’acqua gratuitamente (incluso l’aeroporto), quindi vi farà risparmiare anche un po’ di soldi!

Penso che questo valga anche per fare ricerche in anticipo. Se ci sono determinate attività che vuoi fare o attrazioni che vuoi vedere, che non siano dannose per l’ambiente.

Quali sono le mete per una vacanza green in Europa?

Qui di seguito, alcune mete europee classificate tra le più ecosostenibili del mondo.

Catalogna, Spagna

La Catalogna, ad esempio, ha ottenuto il certificato Biosphere Responsible Tourism. Sono innumerevoli le attività commerciali in questa regione che portano l’ecolabel. Si possono visitare le miniere di sale e carbone, trasformate in centri culturali ecosostenibili, durante le escursioni.

Copenhagen, Danimarca

Copenhagen ha limitato l’utilizzo di veicoli privati da parte dei cittadini e piuttosto che realizzare altri parcheggi per gli autoveicoli, ha preferito ampliare le zone verdi della città.

Le biciclette sono davvero un mezzo di trasporto molto gettonato in questa zona della Danimarca. È al primo posto, per il terzo anno di fila, del Copenhagenize Index

Prossimamente un articolo basato sulla Danimarca ecosostenibile.

Svizzera

Secondo uno studio condotto nel 2018 dall’Enviromental Performance Index  della Yale University, la Svizzera è il Paese più verde del mondo.

Lo stato elvetico si è aggiudicato il primo posto per l’impegno ecologico, le politiche di sostenibilità nel lungo periodo e la protezione della biodiversità.

Sardegna

La Sardegna è la prima meta turistica d’Europa per sostenibilità di turismo e ambiente.

Lo ha certificato nel 2016 la Commissione Europea sulla base di criteri quali le migliori pratiche di sostenibilità in materia di salvaguardia dell’ambiente, della comunità e della sua identità.

La Sardegna ha vinto contro ben 200 concorrenti grazie alle zone costiere di Chia e Costa Rei.

Islanda

L’Islanda è una delle nazioni più ecosostenibili del mondo. Già dagli anni ’80, l’Islanda ha abbandonato l’utilizzo di combustibili fossili, rimpiazzandoli con energie rinnovabili.

Austria

A Werfenweng, Weissensee e Ramsau, per incoraggiare i turisti a lasciare a casa l’auto, si può usufruire di servizi navetta gratuiti, veicoli ecologici a prezzi contenuti e pernottare in hotel che utilizzano sistemi di riscaldamento ecologici. 

About the author

DaSilvia

View all posts