Vellutata di zucca senza brodo e soffritto, perfetta per diete vegane

Ricetta vegana: vellutata di zucca senza brodo e soffritto

È arrivato l’autunno, la stagione delle zucche. Per questo, la seconda ricetta che ho deciso di condividere è quella della vellutata di zucca, vegetariana, dietetica e per di più senza soffritto e brodo.

È l’ideale per chi vuole gustare i sapori dell’autunno, mantenendo la linea e senza impiegare troppo tempo ai fornelli.

Questa ricetta diventerà un must della stagione più fresca ed entrerà a far parte dei menù evergreen di tutti, non solo dei vegana, senza tralasciare il fatto che gli ingredienti sono estremamente facili da reperire e a basso costo.

Ricetta:

Come già accennato, la ricetta della vellutata di zucca non richiede particolare effort da parte di chi la realizza e gli ingredienti sono a portata di mano.

Quindi cominciamo!

Ecco gli ingredienti di cui avrete bisogno per la vellutata di zucca perfetta:

  • Una zucca da circa 1,5kg
  • Un mazzetto di erba cipollina
  • Un rametto di rosmarino
  • Dado vegetale in polvere
  • Olio evo
  • ca. 2l di acqua

Gli utensili di cui avrete bisogno sono:

  • Una pentola a pressione
  • Un frullatore ad immersione
  • Un pelapatate

Procedimento:

Per preparare la vellutata di zucca, ripulite la zucca dai semi, tagliatela a fette e sbucciatela con il pelapatate, per mantenere più buccia possibile (guardare la sezione consigli e video).

Subito dopo, tagliate la zucca in pezzi grossolani e metteteli da parte. Tritare l’erba cipollina e versarla nella pentola a pressione insieme a due cucchiai di olio. Aggiungere i pezzi di zucca e l’acqua. Per ora, non accendere il fuoco.

Per quest’ultima regolarsi in base al momento in cui sovrasta i pezzi di zucca: in quel caso sarà abbastanza per una vellutata non troppo liquida. Tuttavia, penso che 2l siano necessari.

Aggiungere il rosmarino (meglio separare le foglie dal rametto) e chiudere la pentola a pressione. Lasciar cuocere a fuoco alto per 15 minuti circa. Passato questo lasso di tempo, immergere il frullatore finché la zucca e le erbe aromatiche saranno ben amalgamate.

Impiattate aggiungendo dei crostini di pane a piacere.

Consigli

È preferibile sbucciare la zucca con il pelapatate per mantenere i valori nutrizionali della scorza. Infatti, quest’ultima è ricca di fibre e di sali minerali e rende la vellutata molto più gustosa.

Non preoccupatevi se la zuppa è troppo liquida, potrete bollirla per far evaporare un po’ di acqua e mantenerla cremosa.

Se invece è troppo solida, basterà aggiungere dell’acqua!

In frigo può essere conservata per circa 3 giorni, ma se si vuole conservarla per un periodo più lungo, sarà necessario congelarla in freezer. Però attenzione: tendenzialmente, quando vengono scongelati e riscaldati, gli alimenti perdono il loro valore gustativo.

Una volta pronta, la vellutata può essere arricchita di spezie come timo, rosmarino, erba cipollina ed eventualmente, per coloro a cui piace, anche origano.

I crostini sono il giusto compromesso: eviterete di aggiungere sale/dado in più e potrete dare un componente solido alla vellutata che non sia la pasta.

About the author

DaSilvia

View all posts